Riviera di Levante - 2014
 

|    HOME    |    ACCREDITI    |    PROGRAMMA    |    SCUOLA     |     STAMPA    |    INFO    |    CONTATTI    |    ARCHIVIO    |

     
 











 

QUESTIONE DI ETICHETTE..

 

Nove edizioni di Cimameriche. Curioso il Tigullio, zona di intense storie di migrazioni – di andata e di ritorno – tanto massicce nelle (A) Meriche tutte, eppure così poco attento alle espressioni socioculturali che da quella parte di liguri, figli oppure oriundi, giungono e vanno, al punto da privilegiare eventi che spesso hanno ben poco a che fare con tale patrimoni e influenze multifocali. Cimameriche è innanzitutto un progetto e un processo, e non solo un evento più o meno significativo. Da tempo siamo convinti che l’evento non basta, perché non si può fare una promozione culturale efficace senza l’apertura contemporanea di spazi e menti che assicurino solidità e contenuti alle proposte avanzate. E’ una sfida che da anni – come Lea Artecinema ieri, come Lamaca Gioconda oggi – portiamo avanti e che adesso con il Festival vogliamo concretizzare.

Nelle nove edizioni ci riconosciamo il merito di avere saputo ottimizzare le poche risorse a nostra disposizione: locali per la segreteria organizzativa privati, lavoro volontario, spazi e sostegni economici personali messi a disposizione, lavoro specializzato sottocosto, collaborazioni preziose di associazioni e ospiti sensibili, il rigore nella gestione complessiva del festival – organizzativa ed economica – sono senza dubbio una carta di presentazione alle Istituzioni che finanziano l’evento e anche la speranza di potere conoscere e fare apprezzare, sotto il profilo sia culturale che economico, il Tigullio alle Meriche e le Meriche al Tigullio come appuntamento fisso.

Nessuno sforzo di questa natura potrà ritenersi efficace, se non sarà accompagnato dalla consapevolezza che questi passi rappresentano chiaramente lo spartiacque fra due modi di pensare un festival cinematografico: spesso in Italia non si capisce bene se un Festival, al dotarsi di un ufficio stampa di qualità, intenda vendere l’immagine della manifestazione, di un direttore, solleticare l’ego di qualcuno, risolvere i problemi economici degli organizzatori, oppure promuovere seriamente un valore cinematografico. La nostra posizione è chiara, ma se non ci sarà una comprensione dell’esistenza reale di questa frontiera, non si farà che contribuire alla permanenza di una ingiusta distribuzione di spazi ed economie. E’ un percorso che si deve affrontare con il concreto coinvolgimento di tutti.

Il viaggio è innanzitutto un’ esperienza interiore. E così è per tutti coloro che ogni anno partecipano alla nostra maratona cinematografica: memorie, incontri, recupero di identità comuni sopite ma non dimenticate. Il viaggio si muove per suggestioni, entra nei misteri della scoperta e nelle tradizioni, nella vita e nella cultura della gente, per offrire spunti che aiutino ad arricchire l’esperienza e ad osservare e incontrare la realtà partendo da punti di vista liberi e originali. Buona visione!

 

 

 





NEWS                     (Tutte)
14/12 CIMAMERICHE PREMIO DEL PUBBLICO
14/12 CINEMINCONTRI 2014
09/12 SUCCESSO "MOSTROSO"...
07/12 IL SALE DELLA TERRA/THE SALT OF THE EARTH
07/12 PRIDE
07/12 EL IMPENETRABLE
07/12 NO BAJEN LOS BRAZOS
07/12 LA COMPETIZIONE
01/12 PROGETTO PER LE SCUOLE SECONDARIE
01/12 IL GUSTO DELLA PROIEZIONE A SAN SALVATORE

Iscriviti alla Newsletter

Email:


Ambasciata del Cile

Ambasciata Argentina

Uneac


 
 
Regione Liguria


Provincia di Genova


Comune di Chiavari


Comune di Lavagna


Comune di Sestri Levante


Sede regionale per la Liguria




Cinemincontri 2013


Cinema Mignon Chiavari


Circolo del Cinema Lamaca Gioconda
 
 

CIMAMERICHE FILM FESTIVAL
Via Martiri della Liberazione 131 – 16043 Chiavari (Ge)
tel. +39 0185 311946 e-mail:
info@cimameriche.it   www.cimameriche.it

 
 

Numero di visite: